sabato 24 settembre 2011

662

" E' come se lui stesse guidando un auto e io volessi sedermi sul sedile del passeggiero ma lui mi lascia fuori e io non posso che attaccarmi al suo paraurti, non pretendo che si fermi per aprirmi ma che almeno tolga la sicura e mi inviti a salire. Ma no. Lui non lo fa. Mi lascia attaccata al paraurti, mentre la vita continua e l'auto procede e io attaccata al paraurti, vengo trascinata. Sono piena di graffi, lividi, insomma io soffro. E così ieri ho mollato il paraurti per sempre perchè mi stavo facendo male. " -G.

Nessun commento:

Posta un commento